Intervistatore: Padre René Laurentin
Intervistata: Maria Aparecida Martins D’Avilla “Cidinha”
Interprete: Aida Maria Veloso Pinheiro
Data: 24/05/2009

Padre René Laurentin: Cosa hai da dire?

Cidinha: Io sento che con questa Opera Maria mi chiede di aiutare la famiglia, perché l’umanità sia preparata alla fine dell’uomo sulla terra. É un fenomeno di Dio, pertanto solo Egli può chiarire a tutti di cosa si tratta.

Quando ascolto le donne e gli uomini, capisco che le donne sono esigenti, sembra che vogliano ignorare l’origine degli uomini, la loro origine maschile. Denigrano la loro simiglianza a Dio. L’uomo si ribella, si sente minacciato e per avere la donna al suo fianco, commette delitti contro la società, contro la morale ecc..Le donne sono molto esigenti com i loro uomini.

L’origine della famiglia è il marito e la moglie, in seguito i figli che studiano, si diplomano....Se la donna non é una buona sposa, come potrà essere uma buona mamma? Che esempio di formazione potrà offrire ai suoi figli per vivere nel mondo?
Tutto si riduce all’uomo e alla donna. Per questo Maria ci avverte che la famiglia è la base di tutta l’umanità, a partire da Adamo ed Eva.

Padre René Laurentin: Qual’è il messaggio che sintetizza meglio l’Opera?

Cidinha: È il libro: “Maria delle lacrime e le formiche ricamatrici”, pagina 62 Foglia 09/06/2008-ore 6.12
“Sono Nostra Signora delle Foglie del Giardino dell’Eden, lo sterminio degli uomini, oh donne, è ad ogni giorno un avviso; il numero degli uomini morti è sufficiente per la loro fine nel corso del tempo a causa delle vostre diffamazioni. Piangerete vedendoli morti. Giobbe 14”.

Padre René Laurentin: Non c’è il verso, è difficile da trovare.

Cidinha: È tutto il capitolo.

Aida: Egli non riesce a vedere nel messaggio che la Vergine ha scritto, il capitolo 14 che conosce bene. Puoi farci capire meglio? Padre René ti chiede di rivederlo.

Cidinha: Ma qui, egli mi ha chiesto di scrivere il testo...Questa difficoltà loro la hanno quando arrivano alla Casa di Maria e vedono il messaggio...allora io ho scritto il testo.

Padre René Laurentin: ?

Cidinha: Lettura del messaggio: Riflessione di Cidinha sul messaggio della pagina 62.
“Percepisco che gli uomini, sopratutto alcuni sacerdoti, pensano che Maria non scriverebbe in questo modo: messaggi che parlano dello sterminio degli uomini e rimproveri cosi forti alle donne”.

Miei fratelli uomini, questo fenomeno è di Dio, pertanto solo Egli può spiegare quello che Maria vuol dire con i suoi messaggi. A volte sento delle donne che dicono:” Mi sono confessata, il padre è stato meraviglioso, gli ho parlato dei miei problemi, sopratutto di mio marito e lui mi ha consigliato di separarmi ed essere felice”.
Questa sorella ha raccontato la situazione a suo modo, in modo da convincere non solo il sacerdote, ma tutti quelli che l’ascoltassero. Lei semplicemente non ha raccontato quante volte ha provocato il marito fino alla rabbia, ma solo elogiando se stessa.

Dio conosce quest’uomo e Maria lo accompagna, è suo figlio. Dio e Maria sanno che questa donna è superficiale: lei non ha rispettato suo marito nei momenti di debolezza, non è stata sua amica, non lo ha aiutato e neppure dato consigli che lo aiutassero ma augurandogli cose cattive. Al ritorno dalla confessione lo ha anche provocato, mettendolo contro il sacerdote e allontanadolo dalla chiesa.

Se quest’uomo, che ama la sua famiglia, che soffre per i problemi della vita e sente la mogie dirgli che il sacerdote consiglia la separazione, che futuro può avere, se non può contare neppure con i consigli di um prete nei momenti del bisogno? In questo modo, quest’uomo si disispera e comincia a comportarsi male e per di più é giudicato male dalla società.

Miei fratelli, per fortuna esiste uma donna che vi difente. Avete la fortuna di avere Maria al vostro fianco per liberarvi delle donne malvagie, allontanandovi da loro e dandovi una vita migliore in cielo. Non esiste nessuna ragione per fare delle critiche ai messaggi di Maria, perché Ella desidera sono l’armonia tra di noi e tutto dipende da noi, dal fatto di cambiare il nostro comportamento.

Oss.: Esiste il dubbio che potrebbe essere una mano umana a ricamare le foglie?

Miei cari fratelli, nei momenti privati con Dio e Maria, nelle vostre preghiere, chiedete loro una risposta ai vostri conflitti.. Non sappiamo chi siete, nè in quale paese vivete, ma chiedete con il cuore al cielo, se sarete meritevoli, allora Maria vi risponderà.

I sacerdoti sono figli molto amati da Maria perché vivono una vita di rinuncie per servire il Signore. Possono non percepirlo, ma possono ottenere tutto da Maria perché Ella li ammira e desidera donargli tutto.

Aida: Padre Laurentin ride perché tu insulti molto le donne.

Cidinha: No, no. Io non insulto le donne, ma loro sono veramente difficili!

Padre René Laurentin: Tu sei uma donna. Sei difficile?

Cidinha: Si. Ho giá dato lavoro a Maria.

Padre René Laurentin: Tu dici che le donne sono perverse. Tu sei una donna perversa?

Cidinha: No! No! Io cerco di correggere i miei errori giornalmente, per non ripeterli il giorno successivo.

Padre René Laurentin: Le donne sono perverse, perché Cidinha non é perversa? Tu fai in modo che io pensi che lei sei perversa. Stai generalizzando.

Cidinha: Io non sono perversa, sono umana e quindi soggetta a commettere gli stessi errori se non sto’ attenta e obbediente a Maria.

Padre René Laurentin: Grazie.

Cidinha: Ieri mi ha chiesto dei testi. Qui sono i testi che ho scritto.

Padre René Laurentin: Le tue preghiere quotidiane, le fai qui o là nella casa di Maria?

Cidinha: Al mattino presto faccio le mie preghiere, leggo la Bibbia e faccio meditazione. Dico il rosario e comincio la mia giornata.

Padre René Laurentin: Quali sono le preghiere?

Cidinha: Sono i Salmi 4,5,6,7 e 8.

Padre René Laurentin: Nelle prime ore del mattino?

Padre René Laurentin: Dopo le preghiere, cosa fai?

Cidinha: Mi alzo e comincio la mia giornata. Curo la mia casa rapidamente, faccio le cose che mi chiede mio marito perché lui lavora in un’altra città... per poi occuparmi delle cose di Maria.

Padre René Laurentin: Cosa vuol dire: mi occupo delle cose di Maria?

Cidinha: Fino a mezzogiorno mi occupo delle cose di casa, di mio marito. A mezzogiorno vado ad aiutare la Vergine con il popolo. Non ho ora per tornare: alle 4, 5, 6...dipende dal numero di persone.

Padre René Laurentin: Cosa fai nella “Casa di Maria”?

Cidinha: Noi arriviamo là e diciamo i tre rosari che Maria ci chiede: Il rosario dell’Ave Maria, il rosario di Nostra Signora delle lacrime ed il rosario della Divina Misericordia.

Padre René Laurentin: È il rosario di Papa Giovanni Paolo II. Continua rapidamente.

Cidinha: In seguito arrivano i malati, le persone che soffrono ed io li aiuto chiacchierando com loro.

Padre René Laurentin: Cosa fai dopo? Cosa fai la notte?

Cidinha: Io arrivo a casa e qualche volta ho bisogno di un breve riposo, dipendendo dal movimento là, pur avendo l’aiuto delle volontarie che sono a disposizione delle persone, che mostrano loro tutto, c’è sempre qualcuno che aiuto personalmente. Arrivando a casa, mi riposo anche solo um quindici minuti, mezz’ora per poter riposare la mente, perché arrivo veramente stanca. A quel punto faccio le mie cose e dopo faccio le mie preghiere prima di dormire.

Padre René Laurentin: Tu ceni?

Cidinha: A volte mangio qualcosa leggero.

Padre René Laurentin: Nella tua giornata non c’è mai la messa?

Cidinha: Si. C’è, ma non tutti i giorni. Una volta alla settimana. Quando è detta a Serra io assisto, quando ho tempo vado.

Padre René Laurentin: Tu dormi bene di notte?

Cidinha: A volte.

FINE DELL’INTERVISTA

Padre René Laurentin: quando tu non dormi, preghi?

Cidinha: Prego
In questo momento Aida fa la lettura della relazione a Padre René.

Cidinha: Io volevo solo concludere con un Messaggio per la Chiesa che Nostra Signora ci ha portato il giorno 6 giugno del 2008, pagina 63.

Padre René Laurentin: Perché vuoi leggere questo messaggio?

Cidinha: Per la Chiesa.

Lato B

Aida legge il messaggio in francese – pagina 63.
Foglia 06/06/2008 ore 18:20
“Io Maria parlo: la Chiesa di Cristo corre il pericolo di un olocausto, i suoi simboli religiosi saranno ritirati e distrutti dal nemico nel mondo, ferendo principi dei Clieli e fate attenzione: lo sterminio degli uomini è in atto – avvisai tanto che è colpa delle donne che li diffamano. Non c’è più nulla da fare, resta loro per fortuna, il sepolcro”.

FINE DELL’INTERVISTA

 

Testimonianza di Cidinha

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - 1ª Parte

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - 2ª parte

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - Ultima Parte

Intervista di Joceli con Padre René Laurentin