Intervistatore: Padre René Laurentin
Intervistata: Maria Aparecida Martins d’Avilla “Cidinha”
Interprete: Aída Maria Veloso Pinheiro
Data: 21/05/09
Locale:Residenza di Cidinha – Vittoria-ES.-Brasile

 

Padre René Laurentin: Dall’età di sei anni tu hai contatti con la Vergine. Cosa hai visto, sentito e cosa ti ha portato questo contatto con la Vergine a quell’età? Voglio sapere l’obbiettivo.

Cidinha: Io ebbi una infanzia molto semplice, molto umile e all’improvviso una notte, mentre ero con mia nonna, vidi Maria. Prima apparve Gesù, poi chiamò qualcuno ed apparve Maria. Posso dire che il cielo si approssimò molto. Io non capivo cosa volessero perché parlavano tra di loro. Non capivo nulla. Dopo pochi minuti sconparvero. In quella prima settimana non capivo cosa fosse accaduto. Cominciai a vedere le stelle più vicine, sembrava che danzassero e la mia famiglia penso che fossi malata ed avessi bisogno di um medico. Maria mi chiese di non dire più nulla e che da quel momento in poi lei mi avrebbe condotto. Non ne parlai più. Le apparizioni continuarono ma non sapevo cosa volessero. Tentato di seguire l’esempio di Maria perché sempre sempre mi mostrava come fare le cose per quella mamma, quella casalinga. Aiutavo a riordinare le case di persone che non avevano nulla, neppure da mangiare. Andavo a prendere la legna, l’acqua al pozzo, alla fonte perché c’era la siccità. Vedevo quelle case in disordine e Maria si avvicinava e le metteva a posto a suo modo e così imparai a fare come Lei. Mi sentivo felice.

Padre René Laurentin: Puoi descrivere la Vergine come ti apparve all’età di sei anni e dire se anche adesso ha lo stello aspetto di allora?

Cidinha: Si, Maria non ha mai cambiato il suo modo di vestire, sempre quel tipo di abbigliamento di quel tempo in Nazareth molto semplice. A volte la vedo um po’ più adulta e mi spavento, lei comincia a sorridere con quel suo modo di fare di sempre. Posso dire che non invecchia, non cambia. È sempre la stessa cosa, Maria di Nazareth.

Padre René Laurentin: Quando tu la vedesti a sei anni, la vedesti uma volta o questa apparizione si ripetè nel tempo, o alcune volte?

Cidinha: No, quella a sei anni fu l’unica per il modo come apparvero. Dopo continuò una cosa umana, normale per me.

Padre René Laurentin: Dopo questo, quando avesti un nuovo contatto con la Madonna?

Cidinha: Guardi, passaraono circa due settimane e poi Ella cominciò a venire. Non ricordo la data precisa, non ricordo nulla. Ricordo soltanto che ogni giorno era um nuovo giorno ed Ella veniva.

Padre René Laurentin: tu la vedi giornalmente, tutti i giorni della settimana?

Cidinha: Si. Prima di cominciare l’intervista, è venuta e poi è scomparsa.

Padre René Laurentin: Questi contatti sembrano molto normali, perché tutti i giorni?

Cidinha: Naturali. Non sono come e quando voglio io, ma quando meno me lo aspetto, la Madonna appare.

Padre René Laurentin: Ella appare soltanto o ti parla tutti i giorni?

Cidinha: No. In realtà la Madonna parla molto poco, ma parla alla mia mente e le parole escono dal mio essere.

Padre René Laurentin: Tu allora, sei stata educata e formata da Nostra Signora a partire dei sei anni?...

Cidinha: Si.

Padre René Laurentin: Si? Cosa ti ha portato la presenza e la formazione Della Vergine. In cosa ti ha arricchito?

Cidinha: Mi ha dato una voglia molto grande di servire meglio, di accompagnare la semplicità ed il silenzio di Maria e fare tutto, tutto per il prossimo.

Padre René Laurentin: Nostra Signora ti raccomanda su cosa fare o ti lascia decidere che tipo di carità praticare?

Cidinha: Ella mostra le necessita di un fratello e mi lascia libera e quando faccio qualcosa, sorride o mi mostra in un’altra opportunità che è felice per quello che ho fatto.

Padre René Laurentin: Precisamente che tipo di carità pratichi? Cura di malati e...il tipo di carità preciso che pratichi.

Cidinha: Tutto, perché a volte Maria in mezzo ad una multitudine, si avvicina e mostra la persona.

Padre René Laurentin: Visiti i malati? La Vergine ti chiede di visitare i malati e qual’é un altro tipo di richiesta che la Vergine ti fa?

Cidinha: No, lo so. Signora? (qui lei ci ha spiegato dopo, che la Madonna le stava parlando). A volte la persona è malata nel corpo ed ha bisogno di un medico, allora io la visito, non dico che Maria sta’ parlando e che sta’ vicino, questo non lo dico mai per non comprometterla. Io aiuto dentro dei miei limiti. A volte la persona ha bisogno di alimenti, un’altra di medicine. A volte ha bisogno di essere ascoltata, confortata. A volte, specialmente le donne, hanno bisogno di uma bella scossa. Maria mi orienta ed io faccio. Questo è tutto!

Padre René Laurentin: Succede qualche volta che qualcuno si cura e tu ci riesci com l’aiuto di Nostra Signora?

Cidinha: Si. Maria è sempre molto chiara. Se un figlio o figlia ha il cuore aperto per pentirsi dei suoi errori, delle sue mancanze, Ella viene ed aiuta pienamente. E tra lei ed il figlio o figlia, io non c’entro. Quando un fratello o figlio di Maria si approssima a cuore aperto per perdonare, per cambiar vita se ha fatto qualcosa di sbagliato, Maria è li sempre con le mani piene di benedizzioni da dare, per curare, per fare tutto per quel figlio. Io non entro, vedo solo la grazia arrivare e realmente quando il figlio ha il cuore aperto, succede di tutto, Maria fa tutto.

Padre René Laurentin: Ah!...

Cidinha: Maria sta’ arrivando...Quando Ella..eccola! (In questo momento si capisce che Nostra Segnora le sta’ parlando). Maria mostra il figlio che soffre, io allora mi avviccino e gli chiedo se ha bisogno di aiuto. È cosi.. può essere nella Sua casa, per strada, in qualunque posto. Tutto si svolge naturalmente. Quando gli chiedo se ha bisogno di aiuto, io gli chiedo: Vuoi parlare? A me piace ascoltare!...sfogati, ti fará bene. Così comincia a parlare. A volte può essere una donna o un uomo che hanno un comportamento che fa del male a loro stessi.

Padre René Laurentin: Quando la persona è in peccato, la Madonna piange?

Cidinha: Piange perché non può aiutare. Quando non può aiutare.

Padre René Laurentin: Si! Quando Ella non può aiutare.

Cidinha: Il cielo può tutto, ma se um figlio vuole continuare a vivere nel peccato, non può aiutarlo. Io ho imparato da Maria e quando vengono ed insistono com me: No, prega per me! Tu puoi chiedere!..eu dico: No, tu non ti sei riconciliato com Ella!

Padre René Laurentin: Com’è avvenuta la fondazione del Santuario di Maria delle Lacrime? Fu quando avevi sei anni?

Cidinha: No. Fu Maria che un giorno disse che avremmo lavorato per il mondo; io non sapevo di cosa si trattasse. Credo che si tratti di questo lavoro, siamo giá insieme da oltre quindici anni e tutto avvenne quando Maria cominciò a scrivere sulle foglie, tutto quello che ha bisogno, Ella scrive.

Padre René Laurentin: Fu in quel momento che fu fondato il Santuario?

Cidinha: Si, fu allora.

Padre René Laurentin: Scusa! In che anno più o meno fu fondato il Santuario?

Cidinha: Fu nel 1995 più o meno. Nel 1996 le formiche cominciarono a ricamare.

Padre René Laurentin: Da quel giorno, tu vai là giornalmente?

Cidinha: In certi giorni non andavo. A quel punto Ella scrisse che aveva bisogno di me là per aiutare gli uomini malati.

Padre René Laurentin: Malati fisicamente o malati per il peccato?

Cidinha: Non lo so ancora perché sono obbediente. Vado tutti i giorni e li aiuto, ma non lo so ancora!

Padre René Laurentin: Va molta gente giornalmente al Santuario?

Cidinha: Si. Um giorno di più, un altro di meno, ma com frequenza, molto.

Padre René Laurentin: Vengono sempre al Sabato e Domenica,principalmente il fine settimana?

Cidinha: No. Durante la settimana, perché avendo tutte noi volontarie la nostra casa, marito e figli io non posso aprire da sola, dipendo da loro, quindi apre uma Domenica si e l’altra no, quindi si riempie. La scorsa Domenica sono arrivati tre pulman ed un pulimo. Circa 150 persone solo al mattino.

Padre René Laurentin: Ci sono più persone nei giorni di festa di Nostra Signora?

Cidinha: Si.

Padre René Laurenti: Avvengono conversioni?

Cidinha: Molte.

Padre René Laurentin: Avvengono riconciliazioni tra coppie?

Cidinha: Molte.

Padre René Laurentin: Avvengono cure?

Cidinha: Si, anche molte cure. Per domani sono previste varie persone che portano i risultati di esami medici anteriori e posteriori alle cure considerate impossibili.

Aida: Egli deve andare!...

Cidinha: Molti casi di cancro curati. Molte cure di bambini ancora nel ventre materno. Bambini che il medico deve togliere perché senza vita, io converso con il bambino e questo riprende a vivere.

(una breve discussione)
Domani vanno molti bambini di uno, due e tre anni....

Padre René Laurentin: Le mame hanno voluto farli nascere?

Cidinha: Nacquero bene. Uno di loro non aveva cervello, cuore e reni. È nato ed è là. Intelligente!....

Padre René Laurentin: di che età?

Cidinha: 1 anno e 8 mesi.

Ainda: Egli vuole vedere gli esami ed i risultati.

Cidinha: C’è tutto.

Ainda: La ragazzina che ha perso il figlio è qui. Egli vuole la traduzione del caso del figlio.

FINE DELLA PRIMA PARTE DELL’INTERVISTA

Durante il pranzo del 21 Maggio del 2009, Padre René Laurentin parla di Nostra Signora:

Aida: Egli stava nella Sinagoga. Maria e Giuseppe gli chiesero: Figlio mio dov’eri? Egli si girò e rispose: Mi occupavo delle cose di mio Padre. Nostra Signora non capì in quel momento, ma capì quando Luca scrisse a rispetto trent’ anni dopo. Giuseppe morì senza capire.

 

Testimonianza di Cidinha

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - 1ª Parte

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - 2ª parte

Intervista di Cidinha con Padre René Laurentin - Ultima Parte

Intervista di Joceli con Padre René Laurentin